LookBook: Caterina Gatta - Fall-Winter 2013-14

ph. Caterina Gatta

Ne avevamo già parlato tra i report della Milano Fashion Week (qui), quelli a cui sono sopravvissuta a stento. Ma non potevo non mostrarvi gli abiti di Caterina Gatta in versione campagna pubblicitaria e lookbook. Qui compaiono anche modelli che non ero riuscita a fotografare alla presentazione.
Nella campagna c'è molto di Frida, di Caterina stessa (d'altra parte la fotografa è lei) e nelle ultime due immagini qualcosa che mi ricorda la ritrattistica fiamminga. Ma magari deliro. Bello il collier sacro cuore.

Cappelli in collaborazione con Francesco Ballestrazzi

Riassumendo: l’ispirazione è la pittrice messicana Frida Kahlo e il folk riletto in chiave anomala e couture. E non potrebbe essere diversamente, perché il punto di partenza del lavoro di Caterina è la ricerca di tessuti vintage importanti, scovati e plasmati sulla sua idea di donna e di stile. 

ph. Manuele Geromini e Laura Baroncelli

Per l’autunno-inverno 2013-14 sono state utilizzate stoffe anni Ottanta e Novanta di Galitzine, Mila Schön, Lancetti, Jean-Louis Scherrer, Raffaella Curiel, Renato Balestra e soprattutto Gianni Versace. È sua la rara stampa lucha libre che all’epoca mi provocò un innamoramento fulminante. 


Pattern floreali, geometrici, paisley e indubbiamente anche un po’ folk rivivono attraverso silhouette strutturate da imbottiture, altre più morbide ed eteree, tutte percorse da maxi plissé. 

Tessuto Irene Galitzine
Tessuto Lancetti
Tessuto Lancetti

La sera è in lungo e decisamente essenziale per far risaltare la preziosità delle sete e la loro incredibile texture laminata. 

Tessuto Raffaella Curiel
Tessuto Gianni Versace 
Tessuto Gianni Versace

I miei preferiti (ma mi verrebbe da dire tutti):

Tessuto Gianni Versace
Tessuto Jean-Louis Scherrer
Tessuto Irene Galitzine



Foto della campagna: Caterina Gatta
Foto del lookbook: Manuele Geromini e Laura Baroncelli
Modella: Chiara Mazzoleni

Etichette: , , , , , , , ,