Paris Haute Couture S-S 2013: Chanel, Christian Dior


Le sfilate dell’Haute Couture per la primavera-estate 2013 sono appena terminate ed ecco il nostro primo post dedicato a due delle passerelle più entusiasmanti: Chanel e Christian Dior.
Nei prossimi giorni Valentino, Giambattista Valli e una sintesi veloce degli altri.



CHANEL


Un incredibile bosco incantato nel Grand Palais. All'interno fanciulle graziose si aggirano rapite dalla magnificenza della natura. Un po’ uccelli, un po’ ninfe silvestri, tutte innegabilmente Chanel.
È trascorso un mese e mezzo dalla sorprendente Métiers d’Art eppure Karl Lagerfeld è riuscito a dar vita a una delle sue collezioni più belle degli ultimi anni.
Sarà l’atmosfera magica e romantica ma la rivisitazione dei fondamentali della maison è speciale, rétro e straordinariamente fresca al tempo stesso. Tweed, 




An incredible, enchanted wood in the Grand Palais. Inside there are adorable girls, who seem birds and woodland nymphs; all undeniably Chanel.
After a month and a half from Métiers d’Art, Karl Lagerfeld has succeeded in giving life to one of his most beautiful collections in recent years: the redefinition of the maison’s basic elements is special, rétro and extraordinarily cool at the same time. Tweed, black and white, lace, pleats, boarder dresses and suits (very beautiful the longuette items) look refreshed, contained between two permanent features: blunt, lace or leather boots-stockings and framed shoulders.      


bianco e nero, 


pizzo, 



pieghe, 


vestitini da educanda e tailleur (bellissimi quelli longuette da giovane Coco) 


appaiono vivificati, racchiusi tra due costanti: stivali-collant spuntati di merletto o pelle e spalle incorniciate.


Caratteristiche dell’estetica Lagerfeld, le “framed shoulders” sono declinate sotto forma di “mantelline”, 


Typical of Lagerfeld style, the framed shoulders are showed like mini-cloaks, trompe-l’œil or sculpture sleeves or in the original version: cut, with something snow white which frame shoulders and neck like a nineteenth-century fichu or a metallic jumpsuit.


di trompe-l’œil 


o di maniche scultura 


o ancora nella versione originale: tagliate, con qualcosa di candido che spunta da sotto a incorniciare spalle e collo come un fichu ottocentesco 


che talvolta si trasforma in tuta metallizzata. 


Parola d’ordine risplendere; basta dare uno sguardo al trionfo di paillette e cristalli degli strepitosi abiti con motivi floreali.


Password is shining; you have only to glance at the sequins and crystals of the amazing floral dresses.


Menzione a parte per make-up e acconciature. Sugli occhi ciglia di organza effetto piume di corvo, 



Honorable mention for make-up and hairstyle. On eyes there are organza lashes which seem crow feathers, while the hair by Sam McKnight looks like bushes with over feathers and chiffon decorations.


mentre i capelli sono raccolti da Sam McKnight in volute che sembrano rovi e su cui sono fissate decorazioni di piume e chiffon a simulare foglie cadenti o code di uccelli giganteschi. 


Le stesse strisce di voile e piume che si propagano al resto del corpo per look decadenti e raffinatissimi, sospesi tra Dickens e Proust.


These strips of voile spread over the body with looks in half between Dickens and Proust.


Infine la sposa 


Finally the coup de theatre of the “twin brides”; a significant reference to the French controversy of gay marriage.


e il coup de théâtre delle “spose gemelle”.
Accompagnate dal figlioccio di Monsieur - Hudson Kroenig -, le due spose sono un riferimento eloquente alla controversia francese sui matrimoni gay.






CHRISTIAN DIOR


Dalla foresta teutonica di Karl Lagerfeld al giardino delle delizie di Raf Simons.
Tutto parte dall’autobiografia di Monsieur Dior e dalla scoperta della sua passione per il giardinaggio. Granville s’intreccia così ai ricordi del giardino della famiglia Simons; metafora di una collezione delicata in cui l’omaggio al grande couturier si fonde con l’impronta sempre più marcata del designer belga.
Le creazioni storiche della maison sono trasfigurate e in qualche modo travolte dal mix di essenzialità, freschezza e contemporaneità di Simons. La giacca Bar ha curve meno nette ed è abbinata ai pantaloni a sigaretta, 



From the Karl Lagerfeld’s teutonic wood to the Raf Simons’ garden of the delights.
The starting point is the Monsieur Dior’s autobiography and the discovery of his passion for the gardening. So Granville intertwines to the childhood memories of the Simons’ garden; metaphor of a collection in which the homage to the couturier melds with the signature of the Belgian designer.
The maison’s historic creations are overwhelmed by the mix of essentiality, freshness and “contemporaneity” of Simons. The Bar jacket is matched with cigarette trousers, which accompany also with bustiers of sumptuous ball gowns.


gli stessi che si accompagnano anche ai bustier di ex sontuose mise da ballo. 


Non mancano gonne ampie, a calice, ad anfora 


Obviously there are full, goblet, amphora skirts and draperies or evening overcoats but all is characterized by deconstruction, asymmetry, innovation and simplicity.


e pannelli laterali 


così come drappeggi 


e soprabiti da sera ma su tutto aleggia una sensazione di decostruzione, asimmetria, innovazione e semplicità.


Vedi le linee morbide, 



See the soft lines, the metallic fabrics, the combination of the outfits with thick, black or colored stockings, the architectural superimpositions.  


i tessuti metallici, le sovrapposizioni quasi architettoniche, 


l’accostamento anche degli outfit più impegnativi con spessi collant neri o colorati.


Trait d’union tra Dior e Simons ed esaltazione dell’abilità artigianale dell’atelier, i fiori sono l’elemento dominante della collezione. Si va dai petali di stoffa 



The flowers are the dominant characteristic of the collection. From the fabric petals to the embroideries with sequins and crystals (also on the gloves), which culminate in the wonderful boule dresses.


ai ricami con paillette e cristalli (anche sui guanti), 


a quelli a punto pieno 


che trovano tutti il loro culmine negli stupendi abiti a boule.


Il finale è dei vestiti con gonna a sirena - ma hanno più la forma di vere e proprie campane -, 



Finally the mermaid dresses.


magari indossati con un cappottino sportivo.



Deliziose le cuffie candide di Stephen Jones. 



The snow white bonnets by Stephen Jones are charming. The sharpen shoes are surreal and strong. The look with very short hair (similar to Janet Leigh in Psycho and to Jean Seberg) and “crystallized” lips by Pat McGrath is adorable.


Affilatissime le scarpe indecise tra surreali décolleté bon ton e piglio “aggressivo”. 




Adorabile il look con capello cortissimo (un po’ Janet Leigh in Psycho, un po' Mia Farrow, un po’ Jean Seberg) e bocca “cristallizzata” by Pat McGrath. 


Etichette: , , , , , ,