Chupitos: news tutte d'un sorso. Forma, Alber Elbaz, Kenzo, LV, Isabel Marant


























 Fashion. Un secolo di straordinarie fotografie di moda

John Rawling - American Vogue - March 1943

Di Fashion - versione libro - avevo già parlato qui. Dicendo che si tratta di un volume notevole, collegato alla mostra itinerante partita dalla C/O Gallery di Berlino e in arrivo a Milano.
Nemmeno il tempo di scriverlo e Fashion. Un secolo di straordinarie fotografie di moda dagli archivi Condé Nast si è materializzata alla Fondazione Forma (ieri l’apertura al pubblico), dove resterà fino al 7 aprile.
Nathalie Herschdorfer ha spulciato a fondo gli archivi Condé Nast per mettere insieme questo viaggio sorprendente. Presenti i migliori, dalle origini ai giorni nostri: Steichen (1911, il primo), Beaton, Penn, passando per Avedon o Bourdin per arrivare a Lindbergh, Roversi, Walker…... l’elenco è lungo.

Peter Lindbergh - Vogue Italia - March 1989 - © Peter Lindbergh

Questa volta, cascasse il mondo, prima del 7 aprile dovrò essere dalle parti di Piazza Tito Lucrezio Caro e anche voi siete avvisati. Trovarsi davanti gli scatti che hanno fatto grandi riviste tipo Vogue non è cosa da poco. Immagini epocali che dimostrano - se ancora ce ne fosse bisogno - come la fotografia di moda abbia dato vita a sperimentazioni, avanguardie e provocazioni che hanno trasformato foto nate per pubblicizzare vestiti in pezzi di storia del costume e in opere d’arte alla portata di tutti.

Erwin Blumenfeld - American Vogue - Marzo 1945 - © 1945 Condé Nast

I have already talked about Fashion - book version - here, saying that it’s a remarkable volume connected with the touring exhibition coming to Milan.
And indeed Fashion. Un secolo di straordinarie fotografie di moda dagli archivi Condé Nast has materialized at Fondazione Forma (until the 7th of April).
Nathalie Herschdorfer has scrutinized the Condé Nast archives gathering the best photographers, from beginnings to today: Steichen (1911, the first), Beaton, Penn, through Avedon or Bourdin arriving to Lindbergh, Roversi, Walker……..
At Forma you’ll find epochal pictures which show how fashion photography has given life to experimentations, avant-gardes and provocations turning these photos - destined to sell dresses - to artworks. 




Alber Elbaz pour Lancôme

Chi non è mai stata ipnotizzata dalle nuance di Alber Elbaz alzi la mano! 
Quando le modelle avanzano, non sai se a catturarti sono sbuffi e drappeggi assestati come fossero la cosa più sobria del mondo o i colori. Deliziosi, femminili, succulenti. A volte sembra quasi di avere davanti delle gigantesche gelatine che aspettano solo di essere addentate. Poteva quindi esservi qualcosa di più perfetto di una collaborazione beauty sotto il segno di Monsieur Elbaz aka Lanvin e Lancôme? Già pregusto la scala cromatica - dal melanzana al cedro, dal pesca al ciliegia - e soprattutto i packaging leziosi al punto giusto. Per dare un’occhiata alla linea e ai prezzi - prevedibilmente inferiori a quelli della collaborazione Lancôme Olympia Le-Tan in cui avevo tanto sperato (ma Olympia non potevi fare una book clutch dei poveri?) - bisognerà attendere ancora. Sappiate comunque che il lancio è fissato per il 15 giugno. Prima delle prossime puntate godiamoci questo teaser adorabile che predispone decisamente al meglio.  



Who has never been hypnotized by Alber Elbaz colors, hands up! Delicious, feminine, juicy. When models advance, it almost seems to see huge jelly beans. Afterwards, it couldn’t be anything more perfect than a beauty collaboration between Alber Elbaz aka Lanvin and Lancôme. I’m already anticipating the shades of color and the cute packaging. But, you have to wait for to glance at the line and the prices, because the launch will be on the 15th of June. Now, let’s enjoy this adorable teaser.   




Kenzo - Tiger Fever

Kenzo. La felpa con la tigre la conoscete a memoria. Non si era mai vista una simile invasione dai tempi d’oro di Krizia. Adocchiata su Elena Perminova affiancata da Miroslava Duma, 


immortalata da fotografi di street style appostati nel quadrilatero della morte, indossata da tutte le outfit blogger dell’orbe terracqueo, l'avete desiderata spasmodicamente e probabilmente anche sognata di notte. Adesso, giusto per garantirvi un’ossessione degna di questo nome, beccatevi il video psichedelico presente sul sito. Graphic designer Sanghon Kim, musica e sound designer Surkin. Ve lo dice una immune all’Uomo Tigre: merita!!! 



Kenzo. You all know the tiger sweatshirt. Eyed on top of Elena Perminova, immortalized by street style photographers, worn by every outfit blogger of the world - you have desired it and probably dreamed at night. Now – in order to guarantee to you an obsession worthy of the name - here you find the psychedelic video Tiger Fever. Graphic designer Sanghon Kim, music and sound designer Surkin. Great!!!  





Louis Vuitton Paperdoll

A causa del mio spiccato lato infantile continuo ad avere un debole per libri illustrati e paperdoll. 
Un po’ perché da piccola ci giocavo sul serio (parliamo dell’anteguerra), un po’ perché graficamente sono sempre più curate, un po’ per la nobile aspirazione a un cambio d’abito illimitato, ma quando ho visto le bamboline di Louis Vuitton mi sono emozionata.


Disegnate da Kerrie Hess, le doll in questione sono state pensate per illustrare in modo giocoso la collaborazione tra Vuitton e la stylist Kim Hersov. Kim combinando pezzi della p-e 2013 con altri della collezione Icons ne dimostra la versatilità creando look perfetti per tutte le occasioni. 


Certo - direte voi e anche io - tanto di cappello all’abilità ma la vita è un po’ più facile quando hai a disposizione una quintalata di capi LV da abbinare pazzamente.
Comunque, a interessarci davvero sono le bamboline sofisticatissime e raffinate, va da sé. 
Ecco, la news è che non solo potete ammirarle ma anche giocarci - sì, lo so, il mondo sta andando a rotoli -, scaricandole qui. Per quanto mi riguarda sarà l’unico modo per maneggiare un intero guardaroba LV


When I’ve seen the Louis Vuitton paper dolls I’ve got excited.
Designed by Kerrie Hess, the dolls have been devised to illustrate playfully the collaboration between Vuitton and the stylist Kim Hersov. Indeed, Kim - mixing the s-s 2013 items with those from Icons collection - has demonstrated their versatility, creating perfect looks for any occasion.
The news is that we can’t only admire these paper dolls but also download them here.





Isabel Marant - Vis à Vis

I fashion film sono sempre più importanti. Non a caso, sul tema Diane Pernet ha creato il festival ASVOFF. Ora, non so che cosa ne pensi Diane, ma secondo me qualche chance a Isabel Marant e a Vis à Vis bisogna darla. Forse avrei scelto una modella diversa (magari meno esageratamente bella di Alexandra Tomlinson e un po’ più strana; amo le modelle strane, come presto vedrete); anche se ci sono un paio di sequenze in cui si deve ammettere che Alexandra spacca. E forse avrei optato per un look un po’ meno body conscious. Però, sarà il bianco e nero sgranato, saranno le scene acquatiche (tra cui prego notare quella con l’Ophelia di Millais in trasparenza), 


Skye Nicolas - Lavorazione Vis à Vis, Tumblr

sarà l’atmosfera tra il malinconico e l’enigmatico da film anni Sessanta, saranno le opere del serbo Marko Velk, sarà il finale con carrellata all’indietro, ma questo video diretto da Skye Nicolas ci piace molto.



Fashion films are more and more important. It’s no coincidence that Diane Pernet has produced the ASVOFF festival on the theme. Now, I don’t know what Diane thinks about this, but in my opinion it should be necessary to give a chance to Isabel Marant and her Vis à Vis. Maybe due to the black and white and the aquatic scenes (like that with Millais’ Ophelia) or due to the melancholy and enigmatic atmosphere in Sixties movie style and the Marko Velk’s artworks, but we like very much this video directed by Skye Nicolas


Questo è il credit dell'immagine che nel collage si riferisce alla mostra FashionSølve Sundsbø - Love Spring Summer - 2011 - Art + Commerce

Etichette: , , , , , , , , , ,