Grazia.it - Blogger We Want You: Yes We Can!

Questo non è un post.
O perlomeno non è un post come gli altri. Oggi si parla di ElectroMode.
E lo si fa per una causa buona e giusta: partecipare al contest di Grazia.it, Blogger We Want You!


Se ci seguite da un po’ molte cose le saprete già, ma per amore nostro farete finta di scoprirle per la prima volta e magari ci sosterrete in questa avventura. In caso contrario - Wow! - vi suoneranno incredibilmente nuove e forse avrete trovato il vostro blog preferito.  

ElectroMode è un blog bifronte, uno e bino, con due autori (Un Uomo, Una Donna, lui giovane lei un po’ più agé, per essere eleganti) molto ma molto legati che un giorno hanno deciso di dare corpo alle loro passioni: la moda da un lato, la musica elettronica dall’altro, la scrittura per entrambi, con l’aggiunta di incursioni tra cinema, design, arte, fotografia e illustrazione.

L’obiettivo da due anni a questa parte è quello di realizzare post approfonditi, studiati e corredati da immagini ricercate, in cui parlare di designer emergenti, sfilate, icone storiche della moda, trend di stagione e ancora LP, concerti, festival e virtuosi del sintetizzatore. Basta dare uno sguardo all'archivio.
Tutto sul filo della passione, della libertà, della leggerezza, della qualità e dell’amore per ciò che è bello, inconsueto e anche un po’ onirico.

Abbiamo scelto l’anonimato semplicemente perché è nella nostra natura. Questo non significa rinunciare a esprimere i nostri punti di vista né tanto meno astenersi dal condividerli con chi ha voglia di chiacchierare con noi.

Per non ripetere il lungo elenco dei nostri strani tratti caratteriali, sappiate che esiste un post - qui - in cui passiamo in rassegna a vostro rischio e pericolo le cose che ci piacciono; al volo vogliamo ricordare David Lynch, Tim Walker, Giorgio Moroder, Milano, il profumo del mare, le riviste - ovvio anche Grazia - e tutto quanto solletica i sensi, emoziona e arricchisce la mente.

Certo ElectroMode è un blog anomalo, tra fashion e lifestyle, ma forse Grazia potrà vedere in tale anomalia un pregio anziché un difetto. E poi vuoi mettere avere due blogger al prezzo di uno?

Venendo a Grazia.it, oltre ad apprezzarne la freschezza, l’agilità e la ricchezza di contenuti, pensiamo che abbia saputo riconoscere e valorizzare il fenomeno del blogging, dimostrando che non solo è assurdo ipotizzare una contrapposizione tra editoria e blog ma che entrambi possono sostenersi e completarsi a vicenda.

Ed ecco i canali di Grazia che seguiamo:

Che dire? Speriamo di essere selezionati, di arrivare in finale e di continuare a essere appoggiati dai follower che ci gratificano quotidianamente ma anche da coloro che ci apprezzano in silenzio.



Etichette: , , ,