KIZUNA - VALERIO BERRUTI; Musiche: RYUICHI SAKAMOTO

Il termine giapponese Kizuna, che indica l’istante in cui due sguardi s’incontrano, è il titolo della personale di Valerio Berruti (da poco conclusasi al Pola Museum Annex di Ginza) nella quale sono state raccolte le opere “nipponiche” realizzate dall’artista durante il soggiorno alla Youkobo Art Space di Tokyo.


Anche la bambina di questo video – risultato del montaggio di oltre 300 disegni in preziosa lacca su carta, musicato dal maestro Ryuichi Sakamoto -, è assorta nei suoi pensieri e concentrata su ciò che nasce dal movimento incessante delle proprie mani, ma di tanto in tanto solleva la testa e fissa timida e attonita chi la guarda, al di là dello schermo, dando vita a un kizuna ancora più intenso proprio per la purezza infantile che lo pervade. Non trovate anche voi che l’innocenza, la delicatezza e la malinconia ipnotica di questa fanciulla di Berruti instaurino con lo spettatore un legame quasi emotivo e infondano un profondo senso di connessione con gli altri esseri umani?

Etichette: , ,