New York Fashion Week - Fall-Winter 2011-12: RODARTE

RODARTE
Dichiaratamente ispirata a I Giorni del Cielo (Days of Heaven, 1978) di Terrence Malick, la collezione delle sorelle Mulleavy richiama in maniera delicata, poetica e assolutamente contemporanea l’America rurale dei primi del Novecento.
Cappotti alla caviglia indossati su abiti altrettanto lunghi, morbidi e con balza finale fanno rivivere l’atmosfera country e pionieristica

che percorre in modo sottile tutti gli outfit: abiti scivolati, al polpaccio, in pizzo, chiffon e uncinetto;



abiti con gonne a campana in spessi tessuti operati;
completi top e gonna-grembiule in pelle e cavallino, caratterizzati da splendidi intarsi geometrici lavorati a mano, che evocano i classici quilt.
Le grandi praterie, gli immensi campi di grano (che si ritrovano in versione fotografica sul bordo dei vestiti in seta)
e gli orizzonti infiniti echeggiano nella palette cromatica, composta da differenti tonalità neutre, intervallate da colori come pervinca, grigio, e nero.
Le fantasie sono impalpabili, quasi inesistenti e, oltre ai decori effetto patchwork presenti anche sui maglioni in lana e mohair,

si limitano a microscopici pois, a qualche ricamo e a piccoli motivi che emergono nella trama stessa dei tessuti, come per i completi pantalone.
Belli i particolari, soprattutto le cinture-bustino e i colletti in versione accessorio o che sembrano separati dal resto del corpo, come nel caso di alcuni soprabiti e di alcune bluse.
Una collezione notevole, raffinata, femminile e romantica ma in modo essenziale e non convenzionale.


Immagini: style.com

Etichette: , , ,