New York Fashion Week - Fall-Winter 2011-12: ALEXANDER WANG

ALEXANDER WANG

Collezione di grande impatto per Alexander Wang, designer molto amato dagli addetti ai lavori e ormai definitivamente consacrato tra le stelle della moda newyorkese.
Tutto prende il via da un’idea di ibridazione tra capi e materiali diversi, che viene sviluppata in modo molto netto, preciso e originale
Grazie a tecniche sofisticate la lana merino si fonde con il satin e la pelle, i tessuti tecnologici dilagano innestandosi anche su altri più tradizionali,

il parka e il maglione diventano enormi poncho

mentre il tuxedo acquisisce maniche da piumino;


si aggiungano poi i mix tra sportswear ed elementi decisamente lussuosi - come nell’abbinamento tra visone e pezzi ginnici in versione fashion -,

le sovrapposizioni, i giochi di zip

o ancora le variazioni sul tema della camicia da smoking.

I capi conservano tutti una grande pulizia ed essenzialità grazie a una scelta cromatica sostanzialmente monocolore e fondata su tonalità basiche come nero, grigio e rosa cipria con qualche flash a contrasto o glitterato.
Per la sera domina il gioco degli opposti con gonne in nastri di raso svolazzanti, dal mood anni Trenta, e spessi maglioni con tagli sulle maniche,

mentre gli accessori, accanto a mocassini e sandali metallizzati a tacco alto,

vedono l’ingresso di un nuovo, possibile must: gli scaldamuscoli in pelle trapuntata.
Palette: nero, grigio perla, rosa cipria, bianco, bluette, argento
Altri elementi: miniabiti in maglia (molto bello l’effetto torchon sulle maniche);

blouson tipo aviatore (rivisitato nei particolari e nel mix di materiali); giacche da smoking con maniche in pelliccia; pantaloni in lurex.


Il dettaglio che ci piace: la scultura-protesi in metallo, da indossare tra pollice e indice, ha un che di antico e avveniristico al tempo stesso; forse non sarà il massimo della comodità ma conferisce un piglio guerriero decisamente insolito.


Immagini: style.com

Etichette: , , ,